rapporto genitori-figli 3:divorzio

“Divorziofacile è un servizio semplice ed innovativo che vi aiuta ad ottenere il provvedimento di separazione e di divorzio pienamente valido ad ogni effetto legale.” http://www.divorziofacile.it/

Guardate a cosa siamo arrivati, il matrimonio viene visto come un party d’amore e felicità dove tutto è bello e semplice.Sposarsi comporta responsabilità,problemi che la convivenza può portare alla coppia, ci sono litigi e, purtroppo nella società d’oggi si pensa sempre “chi me lo fà fare?” e appena si può si scappa.Buttare tutto all’aria per qualcosa che poteva essere risolto con un dialogo (vedere post precedenti).Come da prassi tutto questo ricade sui figli,vittime innocenti a cui troppe volte cadono addosso i problemi dei genitori.

“La separazione inoltre è quasi inevitabilmente una fonte di stress anche per i figli che vi sono coinvolti, anche perché va considerato che la qualità delle relazioni dei figli con i genitori risulta strettamente legata con la relazione esistente tra i genitori stessi: da una notevole quantità di ricerche emerge che l’esistenza di conflitti aspri tra i genitori è una delle variabili che consentono di prevedere con maggiore regolarità il manifestarsi di problemi di adattamento dei figli in seguito alla separazione. “ riporta il sito http://www.aslbassano.it.

Come se non avessimo già abbastanza stress!!Che esempio possono dare due adulti che non riescono a gestire e mantenere una relazione ‘adulta’?Che adulti diventeranno i loro figli?In che società vivranno?Adulti che si comportano da bambini e bambini costretti a comportarsi da adulti.Dove andremo a finire?

Porto un esempio di vita reale: il padre di Luisa (nome di fantasia, privacy) ha lasciato la moglie e le altre 2 figlie scappando con un’altra donna senza dire niente a nessuno, se ne è semplicemente andato.Per anni non si è fatto sentire, e quando è tornato pretese di rivedere le figlie.Ora le vede saltuariamente perchè loro non vogliono vederlo. Altro esempio quello di Paola (privacy), i cui genitori si sono separati senza problemi stando molto attenti a farle capire che non si odiavano e che non si stavano lasciando per colpa sua, ma che semplicemente avevano smesso di amarsi.

Sono entrambe brutte storie, ma come forse avete già intuito Paola e Luisa hanno vissuto l’esperienza diversamente…da un lato vediamo Luisa che odia il padre…dall’altro Paola che comunque ha capito la scelta dei genitori e li ama entrambi.

Bisogna avere un dialogo con i figli (gira e rigira sempre di quello si parla) perchè se lo si fà si possono davvero cambiare le cose…

Spero che quanto riportato sia in qualche modo utile ai ragazzi e agli adulti interessati alla questione, capire che con i sentimenti non si scherza è fondamentale. La prossima settimana parlerò delle liti, tra genitori e genitori-figli

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Genitori e figli, Società e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a rapporto genitori-figli 3:divorzio

  1. vianello ha detto:

    però prof. è anche vero che per dire “ti amo” ad una persona bisogna avere le idee chiare…ora questa frase la si usa alla minima sbandata…è una frase banale e di “moda” a mio avviso

  2. pieraisgro ha detto:

    Ricordi quando ho detto che la paura è una “furbacchiona”, viene perchè vuole tenere per sè le cose più belle…ogni volta che si riesce a superarla…forse si può scoprire un tesoro…
    Riuscire a superare “le ferite” che una coppia a volte riesce a farsi è difficilissimo…com’è difficilissimo amare davvero…ma non è impossibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...