Il potere del silenzio

Notavo il grande numero di commenti sul blog e mi è venuta in mente una “rigorosa ovvietà” sul silenzio della sera ecco quindi una mia riflessione su di essa:

l silenzio della sera

Sere di fine scuola
sento il silenzio scorrere sotto il tetto del mondo
Sento veloci le macchine fuggire
vedo gli arei poco a poco sparire.

Il silenzio è padrone di questa sera

viene arricchito da rumori quotidiani
gente che vive, che spera
persone che s’alzeranno l’indomani.

Sottofondo: Wish you where here dei Pink floyd un poco triste e psichedelica
suonata nella mia mente
il silenzio della sera dolce e angelica
compensa il rumore di ogni parola detta per niente.

Parole spese male buttate al vento
discorsi affannati, batti e risposta
rimangono un eco lontano nel tempo
il silenzio, la pace, la sosta.

Giulio “morritz” Moretto

Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Varie. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Il potere del silenzio

  1. morritz ha detto:

    Grazie Prof. Cercherò di seguire i suoi consigli!

    Giulio “Morritz” Moretto

  2. stefano borgarelli ha detto:

    E bravo Morritz menestrello! – però, per fare le pulci: “dolce e angelica”… nn sarà meccanica, l’endiadi? a suo modo, trasuda “letteratura”… asciuga di più, Morritz. bella invece la chiusa (“il silenzio, la pace, la sosta.”, che al posto di “suonata nella mia mente”, mi suggerisce un “[nella mia] testa”, giusto per legare un po’ coi suoni, a distanza).
    Aggiungo ovvia rigorosità: vedere modelli classici, per es. Foscolo, Alla sera, ma specialmente Leopardi, La sera del dì di festa (dove: […] Tutto è pace e silenzio e tutto posa).
    ciao

  3. bobcarr ha detto:

    @bozzone certamente, però non ho ancora visto un tuo commento ai miei post di argomento matematico

  4. bozzone ha detto:

    @ bobcarr
    prof!! torniamo a parlare di matematica!! altrimenti non sarebbe più il suo blog!! 😀

  5. bobcarr ha detto:

    be be be …

    complimenti ai poeti della sezione A
    poesie veramente belle
    non avrei mai pensato che il mio blog avrebbe dissepolto tali talenti
    propendo per un’ipotesi: l’influsso irresistibile della prof. Isgrò
    devo dire che non mi dispiace per niente questa strada, speriamo però che non sia l’unica
    adesso mancano solo i ragazzi della IIIA: fatevi sentire!

  6. Pagotten2:the return ha detto:

    @ Mr.Pirrotta: quella era la mia prima uscita… E la prima volta non si scorda mai!!

    @ Bobcarr: voglio la dimostrazione… E’ semplice a dirsi…

    @ pieraisgro: questo suo silenzio non mi piace…………………………………………

  7. bobcarr ha detto:

    @pagotten

    ” … Molte volte mi sento
    un infinitesimo
    nell’orizzonte… ”

    poi dici che letteratura e matematica non hanno rapporti ..

  8. Mr.Pirrotta ha detto:

    @ Pagotten2:the return

    La poesia con l’arsura desertica e il corazon non la batte nessuno

  9. @ bozzone: anche a me piace un casino guardare il tramonto in pigiama…
    purtroppo lo guardo solo per staccarmi dallo studio… e mi vengono 1000 pensieri per la mente riguardo la mia vita, il mio futuro, le mie paure…

    Molte volte mi sento
    un infinitesimo
    nell’orizzonte…

    Molte volte mi sento
    un nulla
    nell’eterno…

    Molte volte mi sento
    una nota
    nello spartito della quotidianità…

    Molte volte mi sento
    una goccia
    in un mare…

    Molte volte mi sento
    me stesso
    nel mio mondo:

    dove scorre calore
    al posto dell’acqua…

    dove scorre sangue
    al posto della pace…

    dove scorre nichilismo
    al posto degli ideali…

    dove scorre la falsità
    al posto della vera essenza.

    Questo purtroppo
    è il mio, vostro, nostro
    mondo.

  10. pieraisgro ha detto:

    Bravo Giulio, bravo e sensibile.
    Anch’io spesso ascolto il silenzio, una volta è successo che…

    La voce del silenzio
    dileguava il tempo

    comunicava l’eterno
    fluire della vita

    parlava d’amore
    e sconfiggeva
    i limiti.

  11. Mr.Pirrotta ha detto:

    Dopo aver appena fatto il trinity mi sembra giusto scrivere ” Enjoy the silence”

  12. morritz ha detto:

    Grazie!
    @pagotten2:the return. Anche a me piace divertirmi la sera, mi riferivo al momento prima di andare a letto dove tutti i rumori, suoni, risate, canzoni vengono assorbiti dolcemente.

    Giulio “Morritz” Moretto

  13. bozzone ha detto:

    wow… molto bella!! anche a me ultimamente succede di restare la sera sul terrazzo di casa in silenzio a pensare… però preferisco non dire a cosa, non voglio essere ancora bersaglio di prese in giro…

  14. pagotten2:the return ha detto:

    bella questa poesia…
    adesso è bello star fuori alla sera, ma per divertirsi. Quindi trovo che il “silenzio” non sia proprio il compagno ideale per queste serate.. Comunque gusti sono gusti…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...