L’involuzione

Eccomi qui, sono le 9 e mezza di sera, domani mattina mi sveglio alle 5:30. E sto ancora aspettando un’ email dei miei cari compagni (che preferisco mantenere anonimi) con una brillante idea per un nuovo post.Ma quando arriva? Non avete 2 minuti per mandarmi un’email?

Questo mi ha fatto riflettere sulla teoria dell’involuzione proposta in classe dal prof. Carrer.

Sulla tesi che noi ragazzi ci siamo involuti, perchè non riusciamo più ad ‘arrivare’ alle cose, siamo svogliati ecc.. Ho formulato questa ipotesi: e se invece questa fosse una specie di evoluzione?

Cioè: una specie si evolve quando si adatta meglio all’ambiente circostante, riesce a viverci senza problemi.

Noi giovani siamo in effetti così, ci siamo adattati meglio, questo perchè non ci manca niente, non abbiamo la necessità di fare nulla(o quasi), non ci poniamo problemi perchè non ne abbiamo (di seri).Ovvio questo non vale per tutti i ragazzi,ma per la stragrande maggioranza.Il punto è che il futuro del mondo è in mano a questi ragazzi viziati, che non sanno cosa sia il duro lavoro, lo studio e la dedizione. Se penso a quello che lei prof. ci racconta sul programma che si svolgeva nei tempi addietro, mi viene la pelle d’oca, non riesco a pensare a come possa tanta conoscenza essere contenuta in un ragazzo della mia età.

Eppure un tempo era normale..e ora…siamo EVOLUTI o INVOLUTI?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Generale. Contrassegna il permalink.

18 risposte a L’involuzione

  1. U-Black ha detto:

    …chiedo venia per l’intromissione…
    mi presento: mi chiamo U-Black, ho 31 anni e faccio parte di quella fetta di “giovani” che della tecnologia fanno abuso. Il mio caso è semplicissimo da analizzare, utilizzo tecnologie di calcolo(computers) dall’età di 8 anni, attualmente mi occupo di sicurezza e computer forensics, e insegno informatica, nello specifico Linux, ad un grppo di giovani di età compresa tra i 15 e i 28 anni. Passo circa 18 ore su 24 praticamente appiccicato ad un pc, lavoro, studio, ascolto musica e ovviamente bloggo. Possiamo dire quindi che sono un pc-dipendente. Le riflessioni poste in oggetto dall’articolo di vianello mi hanno fatto riflettere su un aspetto: tecnologia=evoluzione?
    Nulla di più sbagliato!
    La tecnologia ovvamente ha una serie di vantaggi non indifferenti, basti pensare alla possibilità che offre mettendo in comunicazione differenti stati, addirittura in tempo reale e agli estremi del globo. Uno degli aspetti positivi è offerto appunto dalla semplificazione di operazioni fino a qualche tempo fà impensabili.
    Questo però non vuol dire evoluzione. Usare bene una risorsa che l’uomo stesso ha posto in essere come il computer non fa altro che semplificare un compito, non ci fa evolvere, questo perchè l’evoluzione probabilmente può essere vista come un miglioramento delle caratteristiche di adattamento della specie. Sicuramente non saremmo più in grado di cacciare per procurarci cibo, così come non saremmo più in grado di squoiare un animale per procurarci pellicce, questo perchè la tecnologia ci risparmia questi compiti. L’evoluzione probabilmente è l’essenza stessa del perchè oggi affidiamo molti compiti alle macchine, probabilmente l’evoluzione è il motivo della continua ricerca di velocizzare operazioni che avrebbero potuto procurarci “stanchezza”, fisica e mentale. Immaginate gli impiegati dell’INPS di 30 anni fa, compilare le pratiche a mano, catalogarle in ordine alfabetico, inserire il fascicolo manualmente nello scaffale in ordine di anno, alfabetico, di priorità d’ufficio. Oggi tutto questo si esegue con un click.
    Facilita quindi tutte queste operazioni che avrebbero altrimenti fatto “perdere tempo” agli impiegati. E se ponessi dei quesiti:
    Se la Tecnologia fosse asservita alla “conservazione” della conoscenza?
    Sarebbe evolutiva?
    L’evoluzione umana andrebbe avanti?
    L’evoluzione umana cammina di pari passo con la tecnologia?
    Senza tecnologia la cultura e l’evoluzione culturale astessa andrebbe avanti?
    L’uomo potrebbe riadattarsi a regimi di vita differentemente “agiati” quale presupposto si esistenza stessa?
    Sarebbe in grado di riadattarsi alle condizioni?

  2. Ciccio Pompelmo ha detto:

    Secondo me è un evoluzione, come ai vecchi tempi la tecnologia permetteva di fare certe cose anche se limitate, i giovani dell’epoca le sapevano usare, la stessa cosa ora, noi sapiamo usare benissimo i computer o sapremmo usare in futuro, anche per le cosa concrete, certo, non si sporcheremo piu le mani ma ci faremo il sedere piatto seduti su una sedia, ma piu o meno è la stessa cosa..

  3. Igor R. ha detto:

    @ bobcarr….no…il punto è che anche un insetto può andare in gola a una persona e soffocarla ma cmq è un caso…quell’elefante può essere facilmente abbattuto(non che io sia favorevole o che lo dica con freddezza)….

  4. bobcarr ha detto:

    @igor a proposito, per cataclisma, è solo questione di tempo.

  5. bobcarr ha detto:

    @igor se, per caso, in una gita in Africa, un elefante maldestro sollevasse il suo piedino – pardon, il suo zampino – per riappooggiarlo a terra per porre fine alla vita di un inopportuno turista, cosa ne dedurresti? che il turista è un essere destinato all’estinzione? corretto.

  6. Igor R. ha detto:

    @bobcarr si ma il fatto è che finche a noi basterà sollevare il nostro piedino e riappoggiarlo a terra per porre fine alla loro vita o addirittura ad intere colonie…noi avremo la supremazia..
    certo se accadesse un cataclisma magario noi veniamo spazzati via e loro resistono e divenatno i padroni del pianeta..ma finchè non accade…

  7. bobcarr ha detto:

    @igor cosa significa “superiorità nei confronti delle altre specie” ? gli insetti sono già superiori a noi per quanto riguarda “capacità di adattamento sopravvivenza”, mentre non gli interessa minimamente “girare in macchina o a sparare con fucili da cecchino o bere un caffè davanti a un pc”

  8. Igor R. ha detto:

    @ bobcarr è esattamente quello che sto dicendo io…cioè forse mi sono spiegato male..ma credo che..non ci sarà l’involuzione ma solo un cessamento di evoluzione…ovviamente alto non vuol dire buono …alto vuol dire di superiorità nei confronti delle altre specie…quando gli insetti raggiungeranno un livello superiore dal punto di vista della capacità di adattamento sopravvivenza e evoluzione allora ci supereranno senza problemi ma finche cioè non avviene no…il punto è che appunto non devono arrivare anche loro a girare in macchina o a sparare con fucili da cecchino o bere un caffè davanti a un pc..semplicemente anche per un altra via, superiore e più adatto può essere il modo di evoluzione..

  9. bobcarr ha detto:

    @r non necessariamente; se il punto alto che abbiamo raggiunto è sulla vetta sbagliata non abbiamo via di discesa, mentre gli insetti continuano a salire. Dubbioso e difficile definire “alto” come sinonimo di “buono” o, peggio, “necessario”; esiste sempre la possibilità di prendere la cattiva strada.

  10. Igor R. ha detto:

    @ bobcarr ….si è probabile ma solo nel momento in cui gli insetti arriveranno a superare il punto raggiunto da noi…il che è mo0lto arduo…non necessariamente fermandoci nell’evoluzione dobbiamo estinguerci ma bensi rimanere cmq sulla “vetta” finche qualche altra specia non supera il levello molto alto che cmq è stato raggiunto…

  11. angela.m ha detto:

    sinceramente non saprei neanche io sul fatto dell’evoluzione o involuzione,ma sono certa che io ho 12 anni di differenza di età con mio fratello e lui è uno con cui pui parlare di qualsiasi argomento matematica,elettronica ecc ecc;quello voglio dire è che lui a modo suo ragiona e se a un qualsiasi problema, devo dire la verità lo risolve senza problemi(cosa che io non riesco,a meno lo ammetto).Sta di fatto che i ragazzi d’oggi mi rendo conto esiste molta gente non so se sia per fortuna o cosa ma si ritrova tutto sottomano grazie hai genitori che a dire la verità li viziano,io purtroppo quello che ho è tutto guadagnato e sono felice di ciò,se no non sarei la persona che sono ora.Pensa che c’è gente che non da neanche cosa sia un cacciavite a taglio..

  12. DoTTore ha detto:

    Sul fatto dell’evoluzione o involuzione, un po’ la responsabilita va suddivisa in parti. Infatti è vero che noi giovani dobbiamo mandare avanti questo mondo ed è altrettanto Vero che forse a fare certe cose non abbiamo più la voglia che avevano ragazzi di altri tempi. Però c’è da dire che nel mondo d’oggi ci sono cose molto più distraenti di un tempo, che magari portano via del tempo per farne altre. Altro capo espiatorio è la società in cui viviamo, che ormai ci impone ciò che dobbiamo e come dobbiamo fare, perché altrimenti non si è più alla pari com gli altri…

  13. tonino ha detto:

    ecco un super supe post che serve al prof….(niente verifica vero???)
    bene…..
    comunque….secondo la mia opinione non è vero che ci stiamo involvendo…ma semplicemente ci stiamo adattando……le nuove tecnologie invaderanno la vita di tutti noi….e per questo i giovani che sono i più adatti all'”adattamento” perchè hanno ancora il cervello giovane cercano di progredire verso una società che presto cambierà radicalmente…..
    @ bobcarr…. allora come la società si è evoluta nei secoli???
    utilizzando le capacità e le conoscenze di quella gente che è vissuta prima…..
    perchè archimede non ha riscoperto il fuoco???
    perchè gia milioni di anni fa è stato utilizzato per la prima volta, aòtrimenti quest’è ora non saremmo in possesso delle sue conoscenze matematiche…..
    e devo fare una confessione…la persona che doveva dare l’argomento a vianello ero io….hihihihihihi

  14. pieraisgro ha detto:

    @Barzy, la grammatica!!!!!!!! ! !!!!!!!!!! !! ( NON TI SCUSO)

    a proposito di evoluzione, più ci si allena- più si sviluppano le facolltà, più si stimola il cervello-più questo si potenzia, più si impara- più si ampliano le vedute, più si è svogliati…continuate voi…

  15. barzy ha detto:

    prof m’a perché dice così secondo lei Che ha visto un disastro di studenti nei suoi anni non vi sono delle evoluzioni confronto per esempio all’altro decennio? Si non vede delle differenze in meglio tra noi e loro? E poi in alcuni caso sara Vero Che sono svogliati m’a la colpa e’ sopratutto della societa’ in cui viviamo non pensa? E da chì ci cresce il quale ci deve motivare nel migliorare. ( chiedo scusa per l’italiano usato m’a non ho scritto il mio commentò da un pc) e la saluto prof

  16. Andrea Gardiman ha detto:

    Secondo me nessuna delle due. Sotto il mio punto di vista, gli esseri umani sono in partenza allo stesso livello di quelli che c’erano generazioni fa.
    Il cambiamento avvenuto è da parte della società e delle tecnologie sempre più avanzate. Sono queste che ci rendono svogliati, capaci di imparare meno, ma questo non vuol dire che siamo più stupidi, che ci stiamo involvendo, ma soltanto perchè ne abbiamo meno bisogno, come dice Vianello, perchè la vita è sempre più facile, e ci si appoggia a quello che le generazioni prima hanno già fatto.
    Siccome più gli anni passano, e più la qualità della vita aumenta, meno ci si sforza di migliorarla, essendo sempre meno dura in effetti (sempre parlando in confronto del passato).

  17. bobcarr ha detto:

    quando una specie non si evolve più, scompare e lascia il posto a specie più adatte: insetti, per esempio

  18. Igor R. ha detto:

    ha ragione il buon vecchio caro vianello (secondo me)…è una evoluzione…come ho già sostenuto nel post sulla tecnologia che credo si colleghi perfettamente a questo l’uomo principalmente si evolve e progredisce dal punto di vista tecnologico, e non solo, per un’ inevitabile ricerca continua del proprio benessere. Cioè vuole stare sempre meglio il che comprende anche il fatto di voler faticare di meno…penso che sia del tutto inevitabile che più si progredisce e più sono le novità e le comodità che vengono inventate e scoperte una persona tenda a goderne e a lasciarsi alle spalle la cosiddetta gavetta che prima doveva fare per ottenre appunto tali comodità…perchè faticare se già qualcuno lo ha fatto prima per me? (una sorta dio concetto di minorità generalizzando kant)…la nostra società è destinbata ad affossarsi (dal punto di vista evolutivo) secondo me e credo che l’evoluzione prima o poi secondo il concetto che ho appena espresso arriverà ad un punto morto…senza (o cmq con pochissime) menti che lavorino per la sua continuazione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...