Finalmente?

L’uscita della distribuzione Ubuntu 8.10 mi induce a fare alcune considerazioni  sui sistemi operativi.

Preciso subito che non voglio far valere alcuna preclusione ideologica anche se ce ne sarebbe motivo e questa è un’altra storia.

Non voglio tediarvi con la storia della mia vita ma devo dire che la mia prima installazione Linux risale al 1994 e non ricordo molto, solo che è durata 6 mesi con grande fatica, come potete immaginare.

Oggi le cose sono cambiate: ho installato la Ubuntu 8.10 in mezz’ora su un portatile Vaio Sony che, come molti sapranno, è piuttosto delicato dal lato hardware e driver annessi. E’ andato tutto bene, per la prima volta.

Mi schiero dalla parte degli utenti non esperti, quelli che, in caso di domande poste inaspettatamente dal sistema, non sanno cosa rispondere o cosa fare: sarebbe andata bene anche a loro.

Uso correntemente Linux per le mie attività giornaliere, che prevedono: uso intensivo di Internet, posta elettronica, trattamento testi, programmazione java (poco), scrittura matematica professionale (latex), uso di software matematico e di calcolo simbolico, ecc.

Posso fare le stesse cose anche con un recente sistema Windows (Xp, Vista, ecc) e questo è successo fino a qualche tempo fa.

Perché oggi non più?

Per molti, moltissimi motivi ma ve ne voglio esporre solo tre:

  1. ogni tanto, mi piace indagare (non molto profondamente) su quello che succede “dietro” il sistema, al di là della grafica e dei programmi che si occupano di tutto; magari anche per capire “come funziona”; le possibilità con Linux sono molteplici: molta documentazione (in inglese naturalmente) e sorgenti di tutti i programmi cruciali. Purtroppo questo non è possbile con sistemi Windows.
  2. il sistema di gestione dei programmi è molto più semplice ed efficace, almeno quelli open source. Se vedo un programma che mi interessa è immediato installarlo, provarlo e poi eliminarlo se non mi piace; tutto questo senza che il sistema diventi, progressivamente, lento e instabile.
  3. Linux non mi costa; voi direte: ma non saranno mica quei pochi euro (che poi molti non pagano nemmeno) di costo del sistema operativo che la mandano in rovina; no, non vado in rovina ma se devo pagare per un sistema che – tutto ommato – non è poi superiore, non vedo perchè farlo. Inoltre alcuni software di mio interesse non funzionano bene o non funzionano affatto nei sistemi Windows.

Resta aperto un problema:

un’amico (che non cito per ragioni di riservatezza) usa attualmente tre macchine con sistemi Windows per la sua attività commerciale; usa i programmi Office, Internet, posta elettronica. Usa alcuni programmi proprietari (alcuni provenienti dal ministero delle finanze) di cui non esiste la versione Linux. Dovendo sostituire una o due mecchine in tempi brevi, come potrebbe fare per passare a Linux?

La mia opinione è che non è ancora attualmente possibile e questo è quello che si intende con “monopolio”.

La vostra opinione?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Informatica, Società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Finalmente?

  1. boogie man ha detto:

    mmm la wine emula molti programmi window ma questi devono essere di modeste dimensioni e complessità. se questo programma del ministero è qualcosa di semplice la wine è consigliatissima ma ricordo ke x linux offre la capacità di lavorare su macchine virtuali le quali emulano un completo sistema operativo sulla propria macchina. questi emulatori sono semplici da usare e vedo ciò come una buona alternativa. le ho provate sia su piattaforma linux ke su piattaforma window, dandomi la possibilità di avere un sistema operativo alternativo riuscendo dove wine e simili hanno fallito. ditemi cosa ne dite (usavo la VMware avevo un window 2000 su linux per far girare il visual basic andava molto bene)

  2. bobcarr ha detto:

    @U_Black “Linux non ha problemi legati alla sicurezza…” , “Il famoso programma del ministero gira tranquillamente con wine…”

    a volte la troppa sicurezza conduce sulla cattiva strada.

  3. U-Black ha detto:

    Linux non ha problemi legati alla sicurezza…l’unico ostacolo alla sicurezza è l’essere umano.

    Il famoso programma del ministero gira tranquillamente con wine….qualsiasi esso sia…amenochè non servano librerie proprietarie che non possono essere emulate da wine(il che mi sa di impossibile, basta prendere le dll mancanti dal sistesta win e metterle nel path di wine…con unico problema la reperibilità di alcuni files OCX, facilmente clonabili anch’essi da quelli installati sotto win).

    Win non è assolutamente il miglior sistema, la sfortuna di *NiX sono i costi pubblicitari, anche se, c’è da dire che il “cliente soddisfatto” è la miglior pubblicità che esista.

  4. U-Black ha detto:

    Linux non ha problemi legati alla sicurezza…l’unico ostacolo alla sicurezza è l’essere umano.

    Il famoso programma del ministero gira tranquillamente con wine….qualsiasi esso sia…amenochè non servano librerie proprietarie che non possono essere emulate da wine(il che mi sa di impossibile, basta prendere le dll mancanti dal sistesta win e metterle nel path di wine…con unico problema la reperibilità di alcuni files OCX, facilmente clonabili anch’essi da quelli installati sotto win).

    Win non è assolutamente il miglior sistema, la sfortuna di *NiX sono i costi pubblicitari, anche se, c’è da dire che il “cliente soddisfatto” è la miglio pubblicità che esista.

  5. morritz ha detto:

    Assolutamente no, come ben si sa windows non è il miglior sistema operativo del mondo!

    Giulio “Morritz” Moretto – Stop all wars

  6. bobcarr ha detto:

    @vfoschi perché, nel mondo, bisogna sempe essere “fortunati”? non basta più semplicemente essere “onesti” ?
    Il mio amico “deve” far funzionare il programma.

    @morritz tu dici che con Windows non si hanno problemi di sicurezza e assistenza?

  7. morritz ha detto:

    Wine è valido come emulatore di applicazioni windows, se le applicazioni girano potrebbe essere una soluzione.
    Va detto che non tutte le aziende “hanno voglia” di sviluppare per linux e il motivo non mi è noto, o forse perché molti dicono che windows è il SO più usato.
    Siamo poi sicuri che questo signore non avrà problemi di sicurezza e assistenza con linux, che troverà compatibilità co i programmi che usa ora?

    PS Comunque Windows ha fatto il suo tempo.

    Giulio “Morritz” Moretto – Stop all wars

  8. vfoschi ha detto:

    Io che sono un “tecnico” ti dico , per i programmi del ministero , di provare un applicativo che si chiama WINE … Se il tuo amico è forntunato questi funzionano come se fossero su windows …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...