Donne e matematica

I grandi geni della matematica sono uomini: Euclide, Archimede, Gauss, Eulero e via elencando: sembra un fatto assodato. Il motivo di fondo non è ben chiaro, anche se vi sono parecchie robuste teorie in proposito.

Esistono però eccezioni che guastano la festa a ciascuna di esse. Una di queste è certamente il caso di Maria Gaetana Agnesi, il cui nome è legato a una curva, chiamata, appunto “versiera di Agnesi”. Ecco il grafico:

Versiera di Agnesi

Versiera di Agnesi

ed ecco il personaggio:

Maria Gaetana Agnesi

Maria Gaetana Agnesi

Per chi volesse saperne di più: sul personaggio, sulla curva, sul sito da dove traggo le informazioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Matematica, Società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Donne e matematica

  1. Il Mala ha detto:

    …o magari perchè le donne che si dedicano allo studio approfondito della matematica sono poche e se lo fanno è perchè tali insegnamenti e studi vengano poi applicati al lavoro, quindi non perchè realmente attratte dalla materia. Se attratte da essa, le donne pensano subito a trovarsi un lavoro stabile che poi non consente loro tempo a sufficenza per mettere in pratica le loro conoscenze o approfondire certi studi a causa del lavoro extradomestico e del lavoro domestico, mentre l’uomo medio tende ad avere piu tempo libero e quindi ad usare le proprie conoscenze acquisite come hobby per scoprire sempre qualcosa di nuovo riguardo alla matematica..

  2. Andrea Vigani ha detto:

    oggi credo abbia pari importanza anche se noto differenze in altre parti del mondo….ma per quanto riguarda l’italia ha la stessa autorità…

  3. bobcarr ha detto:

    A proposito: oggi, se non sbaglio, parlavamo di geometria analitica, di rette ( primo grado), coniche (secondo grado), cubiche (terzo grado) ecc.

    La “versiera” di Agnesi è appunto una cubica di equazione cartesiana esplicita:

    \displaystyle y=\frac{1}{1+x^2}

    implicita:

    \displaystyle yx^2 +y -1 =0

    parametrica:

    \displaystyle x=t
    \displaystyle y=\frac{1}{1+t^2}

  4. bobcarr ha detto:

    @andrea

    “in quel tempo le donne ” …

    quale tempo?

    e oggi ti pare che la figura maschile abbia pari o minore importanza?

  5. Andrea Vigani ha detto:

    forse il motivo per il quale sono quasi tutti uomini è perchè in quel tempo le donne non venivano ascoltate e aveva più importanza la figura maschile….

  6. pieraisgro ha detto:

    @bobcarr: Devo smentirti, perchè le donne lo sanno!
    @ Caro Pagotten …il tuo tallone d’Achille era ben fasciato quando eri sotto le mie cure ( adesso dovresti ripassare il periodo ipotetico …e perchè no…venirmi a trovare qualche volta…).
    Ti aspetto.

  7. bobcarr ha detto:

    @pagotten dopo quanto dici, non riesco a trattenermi, specialmente pensando ad Albertone bocciato in matematica e informatica, da una sonora risatona che mia moglie ancora non capisce cosa mi abbia preso.

    auguri per la prossima volta

  8. pagotten ha detto:

    ..e la mia cara prof. piera isgrò dov’è??? ho un pò di nostalgia di lei…

  9. pagotten ha detto:

    @Igor R.: non sono mai andato d’accordo con l’italiano…e questi sono i risultati…preferisco di gran lunga la storia 😄

    @bobcarr: beh la fotocopia degli integrali chi la usava?? senza quella non sapeva neanche lei se il risultato era giusto.. poi posso dire che è tornata molto utile in formato rimpicciolito in mezzo al vocabolario d’inglese in 3° prova..
    comunque per gli esami universitari abbiamo avuto tutti molte sorpresine: io, bozzo, albertone, la giro siamo stati bocciati in matematica ed in informatica…ma morto un papa, se ne fa un altro quindi riproveremo al prossimo appello…

  10. bobcarr ha detto:

    @pagotten oilà chi si vede, anzi, sente; come ti vanno le cose? fatto esami?

    a proposito: mai usato il libro; confermi?

  11. Igor R. ha detto:

    @ pagotten…mi sa che il tuo tallone d’achille è anche l’italiano….

  12. pagotten ha detto:

    buongiorno a tutti!!
    nell’argomento in considerazione, posso dire che la matematica è il tallone d’achille per tutte le persone, maschi o femmine che siano. Noi ne abbiamo avuto la conferma, cambiando un pò di prof maschi/femmine di matematica.. Alla fine, se non avrebbero il libro sotto mano, non saprebbero niente..

  13. bobcarr ha detto:

    @pieraisgro nessuno può dire cosa contiene il cervello delle donne

  14. vianello ha detto:

    Secondo me questo può dipendere dl fatto che nel passato le donne non fossero trattate alla pari degli uomini, magari avremmo potuto avere un Archimede donna, se solo fosse stata istruita e libera di sperimentare…

  15. pieraisgro ha detto:

    A tutti gli uomini che ignorano la materia, consiglio la lettura ” Il cervello delle donne” di Louann Brizendine. Rizzoli. ( almeno per capire qualcosa in più).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...